Sei qui: HomeNewsletterArticoliMonti pisani 2.0: al via il crowdfunding per la mappa di tutti

Monti pisani 2.0: al via il crowdfunding per la mappa di tutti

Da ieri è attivo su Eppela il progetto di crowdfunding lanciato dal CAI di Pisa per una mappa dei Monti Pisani interattiva e aperta al contributo di tutti

[articolo tratto da PaginaQ]


Se amate i monti pisani e volete conoscerli meglio, allora il progetto di crowdfunding del CAI di Pisa da ieri online sulla piattaforma di Eppelafa per voi.

Lo scopo del progetto “mappadeimontipisani.org” è quello di realizzare una mappa digitale di alta qualità dei Monti Pisani, che mostri in maniera interattiva le informazioni riguardanti i sentieri escursionistici, i percorsi per mountainbike, i siti per l’arrampicata sportiva, la speleologia e, in generale, per le attività all’aria aperta.

Le informazioni georeferenziate sui sentieri e i punti di interesse vengono recuperate dalla usatissima piattaforma OpenStreetMap e la qualità e l’affidabilità delle informazioni è assicurata da tutti coloro che contribuiranno a mantenere l’informazione “viva”. Per questo, comunica il CAI, il progetto “mappadeimontipisani.org”, oltre ad essere finanziato grazie al contributo di tutti, sarà mantenuto in vita per lungo tempo grazie al contributo di tutti coloro che frequentano i Monti Pisani, tramite crowdsourcing.

La sezione del CAI di Pisa che frequenta abitualmente i Monti Pisani con l’attività sociale della sezione (solo quest’anno sono previste almeno 10 uscite) sarà garante di questo processo.

Il progetto è costituito da una servizio cartografico digitale ospitato sul sito web Mappa dei Monti Pisani che comprende un sistema di consultazione web e mobile di una mappa digitale dei Monti Pisani (mappa di base) e strati informativi interattivi (percorsi tematici e punti di interesse); una sezione download per scaricare gratuitamente la mappa di base (in formato immagine, per uso in offline su app dedicata, o per stampare la stessa comodamente a casa) e i dati tematici (in formato gpx e kml).

Sul sito compare inoltre una sezione widget editor per poter includere la mappa o parti di essa su altre applicazioni o siti web.

La cifra richiesta con il crowdfunding è di 6.000 euro, che serviranno per la realizzazione della base cartografica della mappa (2.000 euro), del sito che ospiterà la mappa (2.000 euro), e per la campagna (2.000 euro), che sarà composta da video, materiale grafico, versione stampata della mappa ecc. Alcuni dei costi sono stati sostenuti e anticipati dalla sezione di Pisa del CAI che sta promuovendo il progetto.

E se il progetto andrà a buon fine, ci sarà anche una versione stampata che verrà donata come ricompensa ai finanziatori. È basata sulla versione digitale e, sia per le sue dimensioni (66 x 46 cm da aperta e 11 x 15,3 cm da piegata), sia per le sue caratteristiche (scala 1:35.000) risulta essere molto adatta all’utilizzo durante lo svolgimento dell’attività all’aria aperta. È possibile scaricare una versione DRAFT della mappa stampata.

I promotori del progetto chiedono l’aiuto di tutti – privati, aziende, istituzioni locali, queste ultime invitate a sostenere un progetto che valorizza il territorio in maniera diretta, con il sito web che ospiterà il servizio cartografico e in maniera indiretta, con la valorizzazione degli strati informativi che verranno ospitati dalla piattaforma OpenStreetMap, che è sinonimo di garanzia di visibilità a livello mondiale.